Home»Notizie»Birrificio Ticinese in fallimento.

Birrificio Ticinese in fallimento.

3
Shares
Pinterest Google+

ticino_brewing_360x240

Il 4 gennaio 2016 la sentenza ha dato l’annuncio ufficiale: il più grande birrificio del Ticino, il Ticinese SA, chiude i battenti per fallimento. Dieci posti di lavoro bruciati e l’arenarsi delle grandi prospettive imprenditoriali dei proprietari dell’azienda sono il risultato del fallimento.

La birreria di Stabio era famosa per produrre la Birra di San Martino ed il famoso marchio “Bad Attitude”: con lei se ne va un altro esempio di imprenditorialità italiana dedicata ad una delle nostre eccellenze gastronomiche, la birra.
La causa del fallimento è un dissesto finanziario che ha messo i proprietari nelle condizioni di non riuscire a pagare le ditte fornitrici ed i dipendenti, accumulando debiti ed arretrati.

I dipendenti parlano di straordinari e di ore di lavoro non retribuite, mentre nell’aria si diffondeva il sentore sempre più intenso di una crisi aziendale.

Ma gli azionisti del Birrificio Ticinese sembrano abbastanza convinti riguardo all’attribuzione delle responsabilità: secondo loro la colpa sarebbe da ricercarsi nell’abbandono del cambio fisso fra franco ed euro. Il perché è presto detto: quasi la metà del fatturato del birrificio, negli ultimi anni, proveniva proprio dalle esportazioni europee e dalla vendita Oltralpe, precisamente in Svizzera.

L’abbandono del tazzo fisso ha inciso in modo molto grave, rendendo poco conveniente per le aziende straniere acquistare prodotti e fare affari con il birrificio. Con l’avvento dell’incertezza del tasso di cambio si sono polverizzate la maggior parte delle esportazioni di prodotti verso l’estero (che da sole costituivano all’incirca il 45% dei ricavi del birrificio) condannando inevitabilmente a morte l’azienda.

Le esportazioni verso i paesi esteri non riprendevano e l’unica soluzione per gli imprenditori è stata quella di chiudere i battenti.

Si è tentato di evitare il licenziamento dei dipendenti e di mantenere in piedi il birrificio, ma nulla è stato possibile per sanare questa falla finanziaria che nel giro di qualche mese si è portata via l’azienda ticinese.

Forse, però, non è ancora giunta la fine per il Birrificio di Stabio: indiscrezioni parlando di 4 aziende interessate a rilevare il marchio, e di nuovi investitori, che potrebbero tornare a far vivere il birrificio ed assieme a lui l’importante marchio italiano della Birra di San Martino.

FONTI E LINK:
http://www.tio.ch/News/Ticino/Attualita/1067057/Fallito-il-Birrificio-Ticinese–Niente-piu-Birra-San-Martino-Forse-no/
http://www3.varesenews.it/blog/maltogradimento/addio-bad-attitude-fallito-il-birrificio-ticinese/
Previous post

Høppy holyDays

Next post

La birra artigianale fa paura all'industria?

Dubbi o suggerimenti? Lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *