Home»Notizie»Tariffe e Dazi, un danno anche per il settore birra artigianale?

Tariffe e Dazi, un danno anche per il settore birra artigianale?

0
Shares
Pinterest Google+

È di qualche giorno fa la notizia che il presidente americano Donald Trump ha annunciato l’imposizione di nuove tariffe su acciaio e alluminio già dalla prossima settimana.

La notizia altro non è che la risposta della Casa Bianca all’indagine del Dipartimento del Commercio che aveva come obiettivo quello di capire se l’acciaio e l’alluminio che vengono importati negli Stati Uniti pongono dei pericoli per la sicurezza nazionale. La tariffa ammonterà a circa il 10% del prezzo e sarà imposta per un numero di anni che è ancora in attesa di essere definito.

Le previsioni, soprattutto per i piccoli birrifici, non sono di certe rosee. La tariffa, infatti, avrà un impatto diretto sul costo della lamiera di alluminio utilizzata da quest’ultimi per le lattine di birra. La preoccupazione emerge in maniera tangibile anche nella dichiarazione della Brewers Association, la quale, assieme a una coalizione di piccoli e grandi birrifici e produttori di bevande non alcoliche, si è espressa con una posizione nettamente contraria all’imposizione dei dazi soprattutto sull’alluminio primario.

La lastra di alluminio può essere utilizzata solo per la produzione delle lattine per contenitori per bevande e, per quanto è nella conoscenza dell’associazione, non rappresenta affatto un rischio per la sicurezza.
Nonostante la quasi totalità delle lattine in alluminio siano prodotte negli Stati Uniti, la previsione è che comunque le nuove tariffe comportino un aumento notevole del costo degli ingredienti che vengono utilizzati per realizzare le lattine.
I birrifici artigianali degli Stati Uniti operano praticamente in tutti i distretti congressuali, impiegando ben 130.000 americani sia nel settore manifatturiero sia nell’industria dei servizi.

L’associazione dei produttori di birra artigianale si è opposta in maniera ferma all’imposizione di dazi doganali sulle lamiere delle lattine importate, mettendo in guardia l’amministrazione contro i possibili effetti che deriverebbero, come ad esempio un considerevole aumento dei prezzi, soprattutto per i piccoli birrifici indipendenti e per i loro clienti.

Ecco perché non solo in America, anche in Europa si presuppone che le tariffe sull’alluminio risultino in una flessione delle esportazioni. C’è ancora un piccolo margine per il presidente degli Stati Uniti di esonare alcuni paesi da queste tariffe. Vedremo nei prossimi giorni come evolverà lo scenario, sperando in un quadro favorevole per i micro produttori di birra.

Previous post

Birra patrimonio dell'UNESCO

Next post

This is the most recent story.